Alimentazione prima e dopo escursione

ESCURSIONI DI QUALCHE ORA (camminate, sci da fondo escursionistico, sci alpinismo, ciaspole)

Colazione:

 

-pane tostato/fette biscottate/biscotti/pane con marmellata o miele;oppure muesli Chi preferisce cibo salato può magiare un po’ di prosciutto;

-the o caffè con poco latte;

– succhi o spremute di frutta.

Pranzo :

-se l’escursione prevede una discesa breve e non faticosa(per esempio senza risalite) ci si può concedere il pranzo al rifugio cercando comunque di non eccedere con i grassi.Vanno bene la polenta, il minestrone e la pasta, possibilmente non troppo conditi.Non eccedere in salumi e formaggi;

-se ci aspetta una discesa lunga e faticosa molto meglio un panino con bresaola o speck o un uovo sodo e della frutta.

Cena :

-la cena serve a reintegrare le energie spese, nonché le vitamine ed i sali minerali.Vanno bene i primi piatti a base di carboidrati, poi della carne (in quantità limitata) con verdure. Si può chiudere con un dolce possibilmente artigianale o della frutta.

-Durante l’escursione si può mangiare qualche barretta, della frutta secca, del musli. A merenda una fetta di dolce o della frutta.

-Bere regolarmente senza aspettare lo stimolo della sete.

ESCURSIONI DI PIU’ GIORNI

Colazione:

-simile

Pranzo :

-simile, evitando comunque un pranzo abbondante in firugio.Se si pranza al rifugio dove poi si trascorrerà la notte privilegiare un piatto di minestrone, dello speck o prosciutto e poi una fetta di dolce.

Cena :

-se  al rifugio:pasta o riso, pane, poca carne o prosciutto, verdura, frutta;

-se si trascorre la notte o in tenda o in bivacco bisogna prepararsi da soli il pasto.Gli alimenti saranno quindi stati trasportati nello zaino e nella loro scelta bisogna tenere conto anche del peso.Vanno benissimo gli alimenti liofilizzati scelti in base ai gusti personali, accompagnati da crackers, prosciutto o speck, grana.Il brodo è un’ottima soluzione per reintegrare liquidi e sali.

TREKKING E SPEDIZIONI IN ALTA QUOTA

Cercare di attenersi alle proporzioni tra macronutrimenti già illustrati anche quando non ci si alimenta con cibi locali come accade frequentemente nel  trekking.

Colazione :

-simile

Pranzo :

-come illustrato per le escursioni

Cena :

-Ottimo riso e lenticchie o pasta con grana; poi della carne in quantità limitata o dello speck.Per motivi igienici attenzione a lattici e uova.Sbucciare sempre la frutta.

Durante i percorsi bere regolarmente anche in assenza di stimolo e mangiare qualche barretta, della frutta secca, del musli. dei biscotti, del miele.

 

PER QUALUNQUE ESCURSIONE

Più l’escursione è lunga e impegnativa maggiore è la quantità di liquidi e di alimenti da assumere lungo il percorso.Vanno bene frutta secca o liofilizzata, latte condensato, crackers, salumi.Bisognerebbe avere sempre nello zaino una piccola scorta di questi alimenti più qualche bustina di reintegratori di sali da usare in eventuali momenti di crisi.