Patologie arti inferiori Escursionismo

PATOLOGIE DEL GINOCCHIO

Le caratteristiche del terreno in montagna e soprattutto i terreni indiscussa comportano patologie legate al sovraccarico a danno del ginocchio e tendine rotule.

Lo scarso allenamento può provocare tendiniti, che possono compromettere l’escursione.

Diviene fondamentale pertanto prima di ogni escursione un adeguato allenamento, nonché utilizzo di bastoncini per alleggerire il carico sulle ginocchia, si posso utilizzare anche ginocchiere protettive , dopo la valutazione di uno specialista ortopedico.

Se possibile evitare utilizzo dei tutori tramite un buon alimento che riforma i muscoli e relativo sostegno degli arti inferiori.

GIONOCCHIERE

Utilizzo delle ginocchiere deve essere fatto solo dopo aver sentito uno specialista fisiatra o ortopedico, in quanto un utilizzo errato può comportare la modifica dell’assetto meccanico del ginocchio con conseguenti problemi.

Le ginocchiere hanno un utilizzo sia preventivo che terapeutico, infatti sono di vario tipo protettive, stabilizzanti, anatomiche ect..

PATOLOGIE DEL PIEDE

Le distorsioni della caviglia sono molto frequenti durante l’escursionismo causa i terreni accidentati e le pendenze.

Sovente il piede si piega verso l’interno con conseguente lesione alle parti legamento esterne.Se i legamenti si distendono la distorsione non è grave invece nel caso di distaccamento parziale o lacerazione la situazione è molto grave.

Il gonfiore è il capannello di allarme, rasenta la presenza di un edema, la lesione infatti lacera i vasi sanguigni con conseguente stravaso.

La prima terapia di soccorso è quella di applicare del freddo, s neon si ha del ghiaccio secco nel kit di pronto soccorso, immergere il piede in un torrente a fasi alterne, applicare delle pomate gel e bendare la caviglia.Cercare di scaricare la caviglia non camminando sopra, aiutandosi con i bastoncini.Al rinetro rivolgersi al più vicino pronto soccorso, infatti una distorsione trascurata può provocare situazioni invalidanti compromettendo l’attività fisica futura.

Terapia preventiva

Regole da seguire

-utilizzare calzature idonee, scarponi per escursionismo buoni consentono di difendere le strutture osteo  legamentose;

-difendersi da patologie preesistenti (alluce valgo, piede piatto ect..), usando appositi presidi otropedici;

-affrontrare l’escursione con un buon allenamento base, con ginnastica preventiva, che potenzi la struttura del piede;

-durante l’escursione, nella pausa è consigliabile togliere scarponi e calze per farli asciugare ma soprattutto per far riposa i piedi;

-rodare sempre calzature nuove utilizzandolo in città.

Vesciche

Causate spesso da calzature o calze non idonee.Lavare bene la zona con acqua e detergente  e dopo accurata disinfestazione , apportare la pelle con forbicina sterilizzata con alcol per almeno dieci minuti.La ferita va poi disinfettata e coperta con garza sterile e può essere utile mettere del cotone per scaricare la zona priva di pelle.

La prevenzione può essere fatta spargendo le zone a rischio con della vaselina o utilizzando appositi cerotti protettivi.